17
giu
11

Weeds, Guardians of the Soil

Via Scoop.itPermacultura

Uno dei libri fondamentali per la rivalutazione delle “Erbacce” nonchè uno dei tanti testi da cui l’agricoltura naturale ha pescato a piene mani. Immancabile e scaricabile ;-)
Show original

About these ads

7 Responses to “Weeds, Guardians of the Soil”


  1. giugno 18, 2011 alle 8:25 am

    hai scritto questo post dopo avermi visto nel mio “giardino dimostrativo di erbacce” ?
    grazie, leggero’ con attenzione.

    come dettaglio alla porzione alimentare, posso aggiungere che in questo periodo in cui, ovviamente per errore mio, tutti i miei progetti per il cosiddetto orto sono andati un po’ a farsi friggere, la componente verde della mia dieta e’ costituita di tarassaco e di un’altra bella erbaccia che ho scoperto casualmente essere commestibile.
    e’ (spero di averla identificata correttamente) una specie di amaranto nostrano di cui si mangiano foglie e cime leggermente scottate. di fatto la si tratta come una bieta. pare che sia parente stretta di un’altra erba che, spontanea o coltivata, si usa in Grecia per fare una specie di misticanza.
    dato che io ne ho una super-produzione assolutamente spontanea, ho deciso di approfittarne e di unire l’utile al dilettevole: le estirpo per pulire la parcella dove dovrei spero ancora piantare qualcosa, le cuocio e le mangio.
    dato che sono troppe per mangiarle subito, penso che le mettero’ pure a surgelare per mangiarmele quest’autunno come gli spinaci.
    (peccato che non si possa mangiare l’artemisia perche’ ho una super-produzione anche di quella)

    • giugno 18, 2011 alle 1:06 pm

      potrebbe essere Farinaccio? I primi due anni a Rondissone ce ne siamo fatti un’indigestione… burp!

      • giugno 19, 2011 alle 3:40 pm

        no, non e’ farinaccio (ma adesso che so che e’ commestibile pure lui, non sfuggira’ alla mia pentola!)
        ma Amaranthus lividus (o A. retroflexus), o amaranto da foglia.
        I fiori non sono belli, lunghi e rossi come quello di cui si raccolgono i semi, ma le foglie sono una bonta’.
        ho letto che deve essere raccolto prima che vada a fiore
        a presto nel prossimo blog

      • 4 Giacomo
        giugno 24, 2011 alle 2:56 pm

        Ma una foto di questa erba?

    • giugno 18, 2011 alle 1:07 pm

      Ma ben tornato a te! In realtà è un caso… pioveva e mi sono messo a smanettare su un paio di aggregatori… attualmente siamo più in mezzo ad un prato che a casa :)
      Stiamo lavorando al cantiere, ma cerceremo di aggiornare comunque.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 603,458 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta

spina

gorgogliatore

fermentatore

Altre foto

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 87 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: