30
Mag
08

diario di campagna n°99

Ve l’ho detto che abito nell’alveo alluvionale della Dora Baltea? Ve l’ho detto che dove vivo è un ex mulino addossato ad un grosso canale irriguo e tutto il piano terra è sotto il livello del suddetto canale? Ve l’ho detto che ‘sta mattina s’è visto il sole ma adesso piove nuovamente? Ve l’ho depht gh blop! blop! blop!….

AGGIORNAMENTO h 22.00 – La giornata si è chiusa con un tramonto splendente incastrato tra l’ombra delle montagne e un tetto di nuvole nere. E per la prima volta, dalla fine dei lavori di ristrutturazione, sono arrivate le rondini per una valutazione di nidificabilità.

Annunci

6 Responses to “diario di campagna n°99”


  1. 1 Gianluca
    maggio 30, 2008 alle 3:13 pm

    uffa mi son perso tutto quello che avevo scritto

    vabbè riassumo
    se hai bisogno nel capanno ho pinne maschera e snorkel (sempre che i topolini questo inverno non li abbiano usati a mo di gomma da masticare) se hai bisogno fai un fischio che te li porto :o)

    cercando i tuoi orti con google map ho notato che avete una bella ansa (non credo che siano tanti i posti nel tuo comune che a 300 m hanno una pozza da lettura)e credo che lei riuscirebbe a togliermi il sonno molto meglio di quanto riescano a fare imiei animaletti del bosco

    ma oltre al discorso dell’ora solare, non capisco perchè da 97 si passi al diario 99, sarà mica che oggi è il 99 giorno del 2008 !?!?!?!?!?

    vabbè ora vi lascio in pace, ciauuuuuuuuuuuuu

  2. maggio 30, 2008 alle 4:18 pm

    @Equipaje – Si, in realtà adesso c’è nuovamente il sole e la Dora si sta abbassando. Grazie! Mentre ci sei, spiegeresti a me totale inetto in affari di netiquette, cos’è un meme?

    @Gianluca – Quindi un dio esiste! Ed agisce sul tuo hard disk! 🙂
    L’ora solare è inettitudine. La numerazione dei capitoli è perchè sono un grafomane ma ho il pudore di non pubblicare proprio tutto…

  3. 4 Gianluca
    maggio 30, 2008 alle 4:51 pm

    ma quale essere soprannaturale informatico, mi dimentico sempre che sto scrivendo e vado a vedere in un altra pagina ….. Direi che più che dio quì c’è lo zampino della babbenaggine acuta e continuativa ;o)

    Mi sa che se continua così ti conviene iscriverti subito al corso pratico “Mosè e le acque della dora”, invece per l’orto potresti cercare di risolverla mettendo come base della agriperlite, ma poi in presenza di acqua devi trovare un modo per evitare che le novelle zattere vadano a spasso per conto loro

    beato te che sei pudico, io scrivo e non mi pento 😀

    ciau a presto

  4. maggio 30, 2008 alle 10:06 pm

    Rieccomi (prima c’ero e non c’ero).

    Penso tu conosca già la definizione tecnica di “meme”, in caso non: cfr. Richard Dawkins e la Wikipedia.
    Per l’uso sociale del meme in rete, che ti posso dire: di base sono noiose catene di sant’Antonio deputate a far salire il mercato dei click. Gli unici due aspetti non del tutto negativi sono che 1) possono contribuire, a volte, a rilassare un po’ il clima, 2) producono qualche incursione curiosa in blog che, diversamente, forse non avresti esplorato mai.

    Mm, sei stato nominato e non sai come declinare? Il modo migliore è sempre appellarsi alla libertà di culto (“la mia religione non mi consente di memeggiare”) 😉
    Ma mai dire mai in assoluto, si rischia di essere snob e spocchiosi 🙂

  5. maggio 30, 2008 alle 11:08 pm

    Grazie madame! Mi pare un’ottima e comprensibile definizione senza dover scomodare Wikipedia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 746,708 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: