30
Ott
08

diario di campagna n°204

Siamo chiari.

Uno ce la mette tutta, dice “no, non posso scrivere commenti sulla realtà socio-politica attuale… ci sono decine e decine di persone che lo fanno meglio di me, che mi piace leggere, di cui condivido le opinioni o che mi fanno pensare, persone più informate e più attente.”

Uno ce la mette tutta e dice “facciamo una cosa diversa, che possa essere di spunto per creare cose diverse, per avere materia progettuale minima, un par di cubetti Lego per pensare di costruire qualcosa di nuovo, facciamo un manuale delle giovani marmotte che suggerisca immagini di un riappropriarsi delle proprie responsabilità di base (procurarsi cibo, tetto e relazioni sociali).”

Uno ce la mette tutta e cerca di fare ciò che sa fare, affiancando le analisi, le critiche, i commenti, con proposte di strumenti per ipotesi diverse (si… e questo che cerco di fare… non sono così “astratto” ed “avulso”) magari anche “sovversive” o solo stupide.

Uno cerca di mantenere la rotta che si è prefissato, lo stile, i confini…

Non è per niente facile controllarsi e non urlare il proprio schifo in rete.
Io sto con Weissbach.


17 Responses to “diario di campagna n°204”


  1. ottobre 30, 2008 alle 10:54 pm

    Non dirlo a me. Due giorni che mi prudono i polpastrelli dalla voglia di scrivere, e mi sto trattenendo davvero a fatica.

  2. ottobre 31, 2008 alle 12:47 am

    (Ma poi. Ripensandoci. Se tutto si tiene, dove starà mai, l’OT.)

  3. ottobre 31, 2008 alle 1:35 am

    Non è tanto una questione di OT… è più una cosa mia, una scelta di modalità di “reazione”.
    il tentativo di percorrere “nuove strade di cambiamento”… o solo di immaginare possibili contesti migliori…

  4. 4 gabriella
    ottobre 31, 2008 alle 10:01 am

    Visualizziamo, visualizziamo. Un mondo migliore è possibile basta crederci fermamente. A lagnarsi e poi ribattere si perde solo tempo.

  5. ottobre 31, 2008 alle 1:11 pm

    Bienvenue Gabriella… si visualizza, si progetta, si idealizza, si inventa… e qui e la ci si mette un par di bestemmie😉

  6. 6 Salvatore
    ottobre 31, 2008 alle 3:41 pm

    mah….
    vediamola così: i treni torneranno a essere in orario. Vi pare cosa di poco conto?!

    che skiffo però

  7. 7 sb
    ottobre 31, 2008 alle 6:14 pm

    l’ olio di ricino mi farà magari andare il diesel come quello per friggere.
    eia eia sb

  8. 8 lalica
    ottobre 31, 2008 alle 9:05 pm

    il fatto è che quando i treni erano in orario non c’erano costati tanto quanto l’alta velocità…

    al momento sono così attonita che nonostante le tante cose che avrei da dire non riesco ad aprire bocca

  9. novembre 1, 2008 alle 12:06 am

    Salvatore… occhio che ti rivalutano i campi di confino in sardegna e la coltivazione intensiva dell’eucalipto😀 per quanto un treno Cagliari Olbia in orario…😉

    Io indico fin d’ora nuove elezioni e propongo sb come monarca illuminato e gran cornoventraglia, che gli sia dato un bastone da phynanze e un paio di ballottini portaborse!!🙂

  10. novembre 2, 2008 alle 11:12 pm

    Sb per acclamazione, e dategliene quattro, che le merita.

    Nicola: son ben d’accordo con te (“il tentativo di percorrere “nuove strade di cambiamento”… o solo di immaginare possibili contesti migliori…” etc.), anzi, persino più di te, che ci ho più anni e meno futuro, meno tempo da perdere in pinzillacchere.
    Fare l’orto o la rete di orti è un buon modo di costruire ora senza aspettare chissà quale sol dell’avvenire. Ma non ci mette completamente in salvo da quanto accade nel mondo out there: tutto si tiene veramente, non per modo di dire. Tenerli d’occhio e cercare di fermarli ci sottrae energie, ma non tenerli d’occhio ci costerà molto di più. A Uds tambien un abrazo.

  11. novembre 3, 2008 alle 12:19 pm

    Si… ma, sb, trovati una garçonniere… non so se Lady sb concorderà con la dotazione presidenziale😉

    equipaje: post weekend e dopo una serie di letture mi sono convinto (forse scioccamente) che le “torrette” di controllo vi siano e siano affidabili e che io, da solo, non sono in grado di fare “controllo”, “opposizione”, “reazione” ed “azione” contemporaneamente… ma soprattutto (e questo era evidente ma di tanto in tanto mi adombro) non sono solo e non devo fare tutto io, siamo in tanti e differenti… (vale la metafora dei funghi espressa precedentemente) cosa che mi sta facendo rivalutare le scelte “eremitico-ecologiste” come solipsismi interessanti ma non produttivi. Credo che tornerò a concentrarmi un po’ di più sull’ambiente urbano o quanto meno sulle relazioni ed energie in contesto urbano e suburbano (ovviamente dal mio punto di vista di carote e carciofi 😉 )… un passato come “sistemico” mi ha segnato per l’esistenza😀

  12. novembre 3, 2008 alle 3:03 pm

    Questa volta quoto in toto🙂

  13. 15 sb
    novembre 3, 2008 alle 7:23 pm

    avrei bisogno anche di una trentina di barbudos e si sa che alle signorine (quelle normali) le piacciono i selvatici rivoluzionari sporchi che lasciano in mutande i nemici invece di ammazzarli.
    ho poi anche bisogno di un centinaio di pretoriani come cerchio esterno ed una trentina di amazzoni all’interno.
    le due peripatetiche le userò per distrarre il nemico che mi pare un tantino erotomane.
    poi mi ci va una catapulta e un container di letame possibilmente di bufalo campano da piazzare vicino a piazza navona. il resto si vedrà. grazie per la fiducia.
    ciau ne

  14. novembre 4, 2008 alle 9:55 am

    Ad sb (ma…chi sei!!!?) grazie per la risata di cuore mattutina (…forse una risata “li” seppellirà..?)ed a voi tutti magnifica “compagnia dell’anello” grazie d’esistere e di avervi trovato!
    Ciao bbelli…do you know Nemo..Both(ad equipaje anch’io sono un patito di film d’animazione e meno male che ho una figlia piccola che mi fornisce la “scusa” di guardarmeli senza dovermi nascondere…)AH! voi esperti blogger non ridacchiate troppo della mia “larva di blog” col tempo e grazie a voi imparerò…

  15. novembre 4, 2008 alle 11:57 pm

    (I figli piccoli, che scusa meravigliosa. Quando poi crescono occorre ogni volta puntualizzare: “sono andato a vederlo con occhio sociologico”🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 714,550 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta

spina

gorgogliatore

fermentatore

Altre foto

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: