27
Gen
09

gli appunti di Emilia H. n°7

Fortunatamente l’inverno sta finendo.
Non ne potevo quasi più di dover stare chiuso in casa.
Avevo anche finito le letture… tant’è che mi sono persino fatto trascinare in assurde disquisizioni da forum sull’agricoltura sinergica, le serre e la definizione dei sistemi indefiniti…

Questi appunti di Emilia sono il frutto del lavoro di Gabriella del gruppo di transizionisti de L’Aquila che, mossa a pietà dall’ottundimento mentale che mi ha colto nell’ultimo periodo, ha dato seguito ad un lavoro che stava un po’ stagnando…

Mai fui tanto grato.

Ps.- c’è anche un pezzo sul mitico ciclo ossigeno-etilene… ma non è assolutamente chiaro e continua ad essere scollegato da un più ampio discorso sull’adsorbimento e lo scambio cationico…

Qui il testo tradotto
Il Suolo, le Piante, l’Autofertilità

Qui gli originali


18 Responses to “gli appunti di Emilia H. n°7”


  1. 1 Cristiano
    gennaio 27, 2009 alle 9:41 am

    Come mi piace quando sinergizzate…

  2. 2 gabriella
    gennaio 27, 2009 alle 9:45 am

    Chiedo scusa per la pessima traduzione, cercherò in futuro di offrire qualcosa di meglio, magari più interpretata, ma essendo assolutamente digiuna dell’argomento la traduzione letterale mi è sembrata quella meno mistificante. Magari qualcun’altro ci capisce di più! Gabriella.

  3. gennaio 27, 2009 alle 9:58 am

    @ Cristiano- se uno si mette in “rete”… poi la rete la deve pur fare😀

    @ Gabriella- Non ti preoccupare, le mie traduzioni sono anche peggio. Per i tecnicismi ho fatto una “revisione” quindi siamo riusciti ad ottenere un buon risultato. Come si suol dire l’unione delle parti dà un risultato superiore alla semplice somma😉
    Grazie ancora!

  4. 4 sb
    gennaio 27, 2009 alle 7:15 pm

    azz auana gana…translesciòn.
    se avete bisogno
    in de ghein
    èllò neh

  5. 5 carlo guerra
    gennaio 28, 2009 alle 8:55 am

    ciao
    commento qui per ignoranza dell’etichetta e delle modalita’ di questo strumento.
    ho visto che in un post precedente hai accennato ad un articolo di Vandana Shiva.
    io non so nulla di questa signora, ma l’altro giorno a radiotre scienza ho sentito una sua intervista (la traduzione sembrava pero’ avere poco a che fare con l’originale) in cui introduceva un concetto per me illuminante:

    CONSERVATION(preservare la Natura in tutti i modi) invece di CONSUMISMO

    Ora, questa contrapposizione mi e’ molto piaciuta perche’ da parecchio sento dire che chi e’ contro il nostro modello di sviluppo non considera che il mondo ha bisogno di produrre ricchezza. Invece polarizzare la nuova economia verso la Conservation mi sembrerebbe ottenere i classici due piccioni con una fava: sviluppo economico, lavoro, “produsiun”, grandi opere insieme a incremento della consapevolezza, intrinseche valutazioni di impatto ambientale, mezzi adeguati al fine e AZIONI ambientali.

    vorrei indire un concorso di idee.

    Ci sono queste due parole: Conservation e Stewardship, che secondo me stanno aiutando gli ambientalisti stranieri a raccogliere le idee senza perifrasi.
    Purtroppo pero’ stewardship e’ difficile da tradurre, ma ora e’ fondamentale farlo, perche’ e’ un’azione, uno stato della mente, un approccio filosofico, un atteggiamnto dell’individuo e della collettivita’.

    Quindi se siete d’accordo cerchiamo insieme una parola che sia chiara semplice e aiuti a veicolare i concetti. Una parola da adottare come parola d’ordine.

    La mia proposta e’ conservanza

    ciao

  6. 6 gabriella
    gennaio 28, 2009 alle 12:55 pm

    Salvaguardia? ciao

  7. gennaio 28, 2009 alle 2:11 pm

    Nessun problema… qui non esiste una particolare etichetta ed il concetto di “fuori argomento” è molto vago…

    Permettetemi solo un’introduzione:
    Carlo Guerra è un personaggio con cui al più presto devo riuscire a creare delle sinergie.
    Lui si è costruito un Adam retort kiln http://www.biocoal.org/3.html verso la val di susa ed attualmente sta avviando delle sperimentazioni sul biochar.
    Siamo tanti, siamo pazzi e siamo sparsi in giro…

    la cosa che io ho preferito di Vandana Shiva è l’opporsi allo slogan “patinato” di Al Gore “Carbon Free World” con un più sano “Carbon Rich World”… e qui entrano in campo tutte variabili possibili di sequestro del carbonio nel terreno… come il biochar…

    Per ciò che riguarda stewardship è complesso. Conservanza non mi convince perchè troppo simile a Conservation e salvaguardia è un termine un po’ statico. Verrebbe guardiania o gestione ma mi fanno un po’ schifo…
    forse siamo più sul:
    Conservation – Preservazione
    Stewardship – Servizio

    ma non sono molto convinto…
    la ricerca continua. Palla al centro. che altri si facciano avanti!

  8. 8 Luigi
    gennaio 28, 2009 alle 3:24 pm

    funzionano i messaggi?.. arrivera’?
    terzo tentativo…

  9. gennaio 28, 2009 alle 4:45 pm

    Castaldia?

    Filologicamente ci sta (è la traduzione letterale di stewardship), è un termine sufficientemente desueto in italiano da poter esser efficacemente riciclato senza ambiguità, e suona bene…

  10. gennaio 28, 2009 alle 8:23 pm

    @ Luigi… adesso direi di si… ci sono stati problemi? in ogni caso, Benvenuto!

    @Archimede – castaldia?! porca! mi sento un becero illetterato…

  11. 11 Luigi
    gennaio 29, 2009 alle 10:32 am

    uh beh si’.. qualche problemino.. l’orto ha rifiutato un paio di messaggi. Pensavo gia’ a qualche segno del destino…:).
    Ora pero’ pare funzionare..

  12. 12 iano
    gennaio 31, 2009 alle 12:37 pm

    oi se nessuno ha cominciato mi lancerei con calma siciliana alla traduzione di marc bonfils… nicola pronto con la nuova rubrica…
    da metà febbraio una-due pagine al giorno in due-tre mesi si fa…
    così allegerisco i debiti che contraggo saccheggiandoti il bloggh…

  13. gennaio 31, 2009 alle 2:13 pm

    …sono commosso (e non è una battuta).
    Spero di riuscire a ricambiare e rilanciare da Marzo in poi… qui, tra una palata nel fango, una sistemata al pollaio e due bestemmie per il freddo che è tornato si stanno progettando evoluzioni possibili… GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE ecc… ecc…

  14. 14 Gabriella
    febbraio 1, 2009 alle 10:33 am

    Qualche pagina di Marc Bonfils l’ho già tradotta tutto sta a ritrovarle nel mio marasma cartaceo,il mio comodino non ne contiene più, se le ritrovo ve le posto. ciao Gabriella.

  15. 15 iano
    febbraio 1, 2009 alle 11:37 pm

    ok gabrie’ dimmi quali che me le risparmio…

  16. 16 Salvatore
    febbraio 2, 2009 alle 2:08 pm

    bravi, così si fa!!
    e io? ho cominciato la traduzione dal catalano del manuale di permacultura urbana (quello di fondazione terra). sono ancora fermo a pagina 12!!!😦
    Vabè, forse non c’è tutto sto bisogno di tradurre….. è abbastanza comprensibile anche così.
    Uffff, ho poco tempo, poca costanza, poca testa, poca terra…..🙂

  17. 17 gabriella
    febbraio 2, 2009 alle 5:10 pm

    Ho tradotto solo tre o quattro pagine di “Millet et autres cereales” non molto bene,se le ritrovo le posto ciao Gabriella.

  18. febbraio 2, 2009 alle 10:09 pm

    GRAZIE! Tutto ciò che volete “buttare” in rete potete spedirlo a iosononicola@gmail.com non vi preoccupate se sono traduzioni raffazzonate (è più un problema se c’è copyright… ma non è il caso degli appunti di Bonfils) ci penso poi io a fare una “correzione bozze” ed a impaginarle!
    GRAZIE!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 714,550 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta

spina

gorgogliatore

fermentatore

Altre foto

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: