18
Mag
09

Tecnologie astrali

Ma la grandine…. è il biotrituratore di Dio?


11 Responses to “Tecnologie astrali”


  1. maggio 18, 2009 alle 9:14 pm

    Il pioppo, la grandine… le devi togliere quelle gomme :-DD

  2. 2 medo matteo
    maggio 19, 2009 alle 9:31 am

    No , ma il contadino è il Salvatore dei giovani polli :

  3. 3 Cristiano
    maggio 19, 2009 alle 9:46 am

    mmmm potrebbe anche essere, il mio vicino infatti installa sull’orto una rete antigrandine che rimane in permanenza per tutta l’estate… è sempre quello delle patata al martedì…

  4. 4 Salvatore
    maggio 20, 2009 alle 10:50 am

    la grandine per te e il vento per me. penso che sarò l’unico ha mettere i tutori al mais. la cosa è comica se penso che il mais deve fare da tutore ai fagioli. Il tutore per il tutore😀
    Hai avuto molti danni per via della grandine?

  5. 5 medo matteo
    maggio 20, 2009 alle 11:18 am

    Salvatore ma come lo coordinate il mais con i fagioli con il clima mediterraneo ? Io non ho mai sentito o letto di gente a cui è riuscito. Mais rosso? Varietà peruviane in generale?
    E poi il fagiolo si pianta un ciclo lunare esatto dopo il mais o durante?

    Nelle Marche i contadini seminavano le cicerchie in mezzo al grano poco prima delle prime pannocchie. Mica scemi visto che durante lo sviluppo dei baccelli si fissava l’azoto per il mais. Pero’ di altri esempi che funzionano , mai visto o sentito , in Europa ripeto.

  6. maggio 20, 2009 alle 12:32 pm

    No, nessuno danno irreparabile… qualche fava stesa, un paio di pomodori malamente potati e due pannellini della serra sfondati.
    Il danno peggiore è sull’ambiente circostante… la gaggia è inesistente e molti dei fiori sono stati devastati… e tra qualche giorno (se tutto va come programmato) arrivano le api…

  7. 7 Salvatore
    maggio 20, 2009 alle 2:20 pm

    Ah… meglio così, che i tuoi orti hanno ragion d’esistere (il mio è un puro passatempo ;)). Speriamo che le api trovino altro “pascolo”🙂

    Caro medo matteo, credo che mi sopravaluti un tantino. Mais rosso peruviano?, cicli lunari? non ho la più pallida idea di cosa stai parlando. Nicola non lo sa, ma quando parla di un cialtrone nell’orto mi evoca inconsapevolmente.
    Mi sono limitato a rispetare i periodi di semina noti che, per quanto ne so io, per il maise per il fagiolo coincidono (e per il melone che fa le veci della zucca in questa che dovrebbe essere la consociazione delle tre sorelle). I cicli lunari…. mi tocca seminare o trapiantare nelle finestre di tempo libero quindi per ora non ho preso in considerazione la faccenda.
    saluti

  8. 8 Luca
    maggio 20, 2009 alle 5:24 pm

    OT: sto provando a crescere il mio orticello con tecniche simil-sinergiche. Quest’anno ho pacciamato con foglie secche e adesso vedremo i risultati (già ottimi per la conservazione dell’umidità e buoni per il contenimento delle infestanti). Ma a settembre, quando toglierò gli ortaggi estivi, davvero non dovrò vangare? mi dà l’idea che la terra si sarà compattata un po’ troppo…
    e già che ci siamo, cosa conviene piantare in sostituzione di pomodori e zucchine?

    Grazie, Luca

  9. 9 mauri
    maggio 20, 2009 alle 6:35 pm

    Ma capitano tutte là le sfighe, non è che la prossima volta mi pubblichi la caduta di un meteorite sulle patate?
    A proposito di api, non sono alla tua altezza, la mia è un’apicultura da terzo mondo, guarda qua http://terraedintorni.blogspot.com/2009/05/work-in-progress-top-bar.html ho trasferito uno sciame sulla top-bar ma rispetto a te con quella bellissima arnia (ti invidio ortodicarta senior non si può noleggiare?).
    In compenso non sono molto sinergico nell’orto, ma se sbirci mi sento Fukuoka http://terraedintorni.blogspot.com/2009/05/fagiolini-alla-fukuoka.html
    Ciao e speriamo che quando arrivano le api trovino fiori in abbondanza, altrimenti le puoi portare in vacanza qua da me, unica zona in Italia dove c’è il miele Dop.

  10. maggio 20, 2009 alle 11:01 pm

    LOL!

    ah, mr ortodicarta, libro in arrivo con le poste, spero che arrivi sano e salvo oltrepassando i cataclismi che investono la sua dimora😀

  11. maggio 21, 2009 alle 9:23 am

    Wow! Ma quindi alla fine l’hai fatto! Sto in trepidante attesa di quel tubero della postina (non è cattiva… ma c’ha proprio quella forma e il tipo di impasto mentale…)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 714,550 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta

spina

gorgogliatore

fermentatore

Altre foto

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: