12
Set
09

E al fin della sonta… lei tocca!

Io non son bravo ad indignarmi… mi incazzo, bestemmio, batto i piedi.
Ma non sono capace ad indignarmi.
Tanto meno a cimentarmi nella nobile arte della “parata ed affondo”.
Il risultato è quasi sempre quello di un’orco smadonnante che, automaticamente, aumenta la proporzione dei danni.
Quindi provo dei brividi di irrazionale piacere quando vedo qualcuno in grado di destreggiarsi meglio di Cyrano (e probabilmente senza l’ingombro del naso… almeno credo…)

Dulcis in fundo: La Bayern se la piglia in saccoccia ancora una volta per i neonicotinoidi! (via OcaSapiens)

polline

Annunci

8 Responses to “E al fin della sonta… lei tocca!”


  1. settembre 12, 2009 alle 11:54 pm

    Una rondine non fa primavera, ma mi sembra un buon inizio, speriamo che almeno la cosa continui, perchè a volte la politica cambia direzione come il vento, troppi interessi, troppi soldi, e le buone intenzioni vanno a fari fottere!!!

  2. settembre 13, 2009 alle 12:51 pm

    grazie, anche l’ingombro ce l’ho e ci tengo (è di famiglia).
    Penso anch’io che ci sia stata troppa selezione innaturale delle api.Ci vorrebbe più spazio e tempo per quella naturale, o finiranno per essere tutte uguali e ugualmente fragili.

  3. settembre 13, 2009 alle 3:26 pm

    Grazie del sostegno, anche se l’ingombro ce l’ho e ci tengo, è un lascito di famiglia!
    E come Nicola, penso che le api avrebbero bisogno di meno selezione innaturale, e di più tempo e spazi per la selezione naturale.

  4. settembre 13, 2009 alle 3:27 pm

    chiedo scusa, mi s’era impallata la bestia…

  5. settembre 13, 2009 alle 8:49 pm

    Ok… quindi condividiamo una solida protuberanza facciale… adesso mi manca la possibilità di raggiungere i tuoi medesimi contenuti ma se studio e mi applico forse… un domani riuscirò a capire i post sugli acceleratori molecolari 🙂

  6. settembre 14, 2009 alle 3:27 pm

    Alla mensa dell’università il cameriere era amico mio e mi portava la coppetta del gelato al posto del bicchiere per ovvi motivi sfotttistici.

    Andrea scripsit.

  7. settembre 14, 2009 alle 10:58 pm

    Una congiura di nasoni! 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 737,656 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: