04
Giu
10

i diari della fase intermedia

G. ha venduto casa e terreno e, in attesa di trasferirsi definitivamente anima e braccia in un nuovo progetto, ha comprato una roulotte del ’74 con cui andare a farsi un po’ di giri con la famiglia. Prima lo attendono una serie di incontri come il convivio sulla scuola libertaria di Neill a Praglasso e qualche altra bubbola.
In definitiva, a parte i rispettivi impegni saltuari ed occasionali, gli appuntamenti “pesanti” sono sospesi fino a settembre(*)
Io sono nuovamente a casa ad accudire una gallina puerpera (i pulcini sono attesi a giorni) dopo i raid “transizionisti” a Monteveglio e Carimate.
Non che l’incubatrice non funzionasse e che proprio non ci pensavamo ad ampliare il pollaio. Ma si sa… l’educazione sessuale è complessa con gli umani, figurati con i polli. Che poi, provaci tu a mettere un preservativo ad un gallo con 3 cm di speroni.
Quindi, se tutto va come deve andare, siamo a 9 galline (tre sono arrivate in regalo con la raccolta differenziata della plastica… cioè… il tipo che fa la raccolta differenziata non poteva tenerle…), 1 gallo, 2 farone (che a seguito di un forte imprinting con le galline sono diventate vegetariane e razzolano) e 10 uova sotto il piumoso culetto della chioccia.
Cerco di non pensare a come faremo a trasferire il gran serraglio quando sarà il momento e mi abbandono all’osservazione oziosa delle api (stabili su 3 arnie dopo la doppia sciamatura di qualche tempo fa). I 3 cani ed i 6 gatti non sono in grado di riprodursi. Ultima mia certezza incontrovertibile.
E’ che la natura è così… tende ad occupare ogni spazio possibile.
E, per dirla alla Giono, passiamo tutta la vita ad inseguire ed accumulare ricchezza. La ricerchiamo, combattiamo per essere ricchi, ne abbiamo bisogno. Vogliamo vivere e godere della ricchezza. E quando finalmente siamo ricchi, quando ci siamo tolti di dosso la povertà e la miseria allora e solo allora, proteggiamo il nostro benessere con la pace.
Nella pace preserviamo e conserviamo le ricchezze accumulate, finalmente felici.
Ti sembra un discorso venale? Un concetto un po’ gretto il dare tutto questo valore alla ricchezza?
Giono ti direbbe che forse non parliamo della stessa ricchezza.

(*)
Impegni saltuari ed occasionali:
Sabato 5 dalle 14.30 alle 18.30 – nel cortile della Farmacia del Museo di Scienze Naturali di Torino – Rizomi partecipa al 3° Incontro Nazionale del Guerrilla Gardening
12 Giugno – Laboratorio sull’Agricoltura Urbana c/o Coop. Isola (Grugliasco – To)
info e adesioni – 011.4015303

I “pezzi da novanta”:
9 – 12 Settembre – Corso Teorico Pratico di Agricoltura Sinergica
c/o Cooperativa Sociale Agricola Aurora a Castellengo di Cossato (Bi)
info e adesioni – Alfredo 349-7234736 (dopo le 16.30)

Annunci

6 Responses to “i diari della fase intermedia”


  1. 1 mafalda
    giugno 6, 2010 alle 1:13 pm

    ohe! ma sono tutti a lavorare nei campi :D! neanche una sigaretta al computer come intermezzo?
    a proposito di ricchezza, qui l’unico surplus che abbiamo è di zanzare, e prova a mettere un preservativo alle zanzare quando sei presbite :D! …. ma avranno il pisello????
    va buoh torno al campo, era un commento per rompere il silenzio
    ciao a tutti e buon lavoro

    @ nicola
    sto lavorando come una dannata, l’orto sta avanzando, ho fatto un paio di “foto” ai semi e li ho piantati poi ti dico. mi sa che ho messo troppa roba :D!
    oggi pianto i tutori (del bambu di 6 cm di diametro) vediamo se regge. anche se è lungo sei metri non riesco a curvarlo quindi vai di cuspide.
    sto annaffiando l’orto con il kefir… fantastico! le foglie stanno diventando dannatamente verdi :D!
    va beh ciao vado a lavorare

    • giugno 8, 2010 alle 9:43 pm

      Io semino sempre in “eccesso”… mal che vada sto facendo radici per migliorare il terreno…
      Stai innaffiando con il Kefir? Non è un po’ acido? Lo diluisci o lo dai puro? C’è un motivo biochimico per cui va bene bagnare con i latticini (ma si parla di 1 cucchiaino per litro di acqua)ma, vacca, mi ricordassi qual’è… testa marcia…

      • 3 mafalda
        giugno 9, 2010 alle 1:00 pm

        lo diluisco in 10 litri, non so da qualche parte ho letto che il kefir “fungo” in eccesso lo puoi usare come fertilizzante, siccome lo sto facendo passare meglio transizionare da kefir da latte a kefir d’acqua e le prime produzioni non si possono bere le diluisco e le metto sull’orto. mah! sembra che male non gli faccia sono spuntati anche i tuoi fagioli :D! sarà la solita fortuna del principiante, quando ragiono non mi viene niente se faccio le cose a caso funziona tutto!
        ciao ele
        p.s. 10 giorni per cosa????

      • giugno 9, 2010 alle 2:24 pm

        Si… alla fine credo che sia una roba simile al bokashi.
        Ma lasciati andare e lascia andare ‘sto orto! 😀
        Funziona un po’ come l’acqua per la pasta: finchè la fissi non bolle 😉
        ps- aspetta 10 giorni (9 ad oggi) e lo scopri 🙂

  2. 5 medo
    giugno 7, 2010 alle 11:50 am

    non ho capito chi è G e chi è che va in roulotte e dove
    comunque se tutto va bene io dovrei lavorare al confine italo-francese da metà luglio a metà agosto

    nicola, mi verrai/verrete a trovare?
    sto a 2050 m di altitudine a cercare di accarezzare delle rondini montane (ptyonoprogne rupestris) mangiando beaufort e piante selvagge d’altura

    • giugno 8, 2010 alle 9:49 pm

      G è colui che organizza logisticamente, operativamente, economicamente con pugno saldo e fronte altera i corsi di agricoltura sinergica dei “tre dell’ave sinergia” (G, appunto, che ricopre il ruolo politico-etico-filosofico – lui è Walden – Enzo che di lavoro fa il biochimico per una fondazione che fa ricerca sulla sostenibilità ed io che faccio il sabotatore e curo il lato di hackeraggio esistenziale)
      G si è comprato la roulotte, ci sta caricando su la famiglia e si appresta a partire per il sud della Francia zona Pirenei (credo…)

      Sul venirti a trovarti: volentieri anche se, sinceramente, spererei di essere impegnato nel “Cantiere di Carta” 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 733,993 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta

spina

gorgogliatore

fermentatore

Altre foto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: