Posts Tagged ‘kombucha

29
Giu
10

Ogni resistenza è inutile; Sarete assimilati.

Ok. Sto esagerando.
Sotto il lavandino ho un barile di Bokashi in elaborazione. Nel frigo, una pasta madre di un centinaio di anni che ha cercato più volte di vendicarsi della mia noncuranza nella nobile arte della panificazione. Sullo stesso ripiano un barattolo di Kéfir sta aspettando il suo turno per essere impiegato in abominevoli sperimentazioni (a mio parere potrebbe essere un ottimo starter per il suddetto Bokashi… ). Poco lontano, sulla vecchia macchina da cucire, la Kombucha galleggia serena in compagnia delle sue 15 generazioni precedenti… vuoi mica buttarle?

Un po’ per questo, un po’ visto che i commenti al post precedente mi ricordano che in primis qui si tratta di mangiare e di convincere la gente ad assumersi la responsabilità di ciò che mangiano (vedi alla voce: autoprocacciamento).
Ho deciso di organizzare questo con RIZOMI….

AGGIORNAMENTO:
Si parla di cibo, di come si mangia, di come si consuma, di stili alimentari… a me è venuta fame…

Annunci
22
Giu
10

Solstizio d’estate (ha smesso di piovere)

I cambiamenti di vita hanno spesso dei risvolti inattesi.
“Ciao, senti noi: andiamo via per 15 giorni. Abbiamo affittato ‘sta casetta in Sardegna… non è che avresti voglia di tenerci il cane/gatto/canarino e/o bagnare di tanto in tanto le piante?”
Questo era ieri.
“Ciao, senti: noi abbiamo preso ‘sta roulotte del ’74 ad un buon prezzo, pensavamo di partire per i Pirenei francesi e magari fare tappa a Souscaryous o da quelle parti. Abbiamo un paio di amici che vivono in un ecovillaggio la in zona… non è che hai dello spazio per tenerci il forno solare/7 kili di farina di farro/gli accumulatori del fotovoltaico/la collezione di semi raccolta negli ultimi 7 anni e/o mantenere in vita la pasta madre/la kombucha/il kefyr?”
Questo è oggi.

Ieri avrei avuto un equo scambio di un xx-sitteraggio qualsiasi.
Oggi, approfittandone di una delle prime giornate di sole estivo da un po’ di tempo a questa parte, ne approfitto per farmi il pane gratis.
Non amo particolarmente la tecnologia dei forni solari.
Credo siano più interessanti come “didattica” che non come sistema di cottura dei cibi quello di G., poi, ha anche dei costi notevoli come realizzazione.
Ma… ce l’hai parcheggiato in magazzino… non lo vuoi usare?

Il forno di G. e molti altri modelli più semplici ed economici (ma meno efficienti. Con il “fiore” si raggiungono i 280°-300° in tempi estremamente ridotti, con le “scatole” in materiale di recupero i 180°-200° con tempi più lunghi… ovviamente… qui al nord!) li trovate qui




L’ orto di carta

Diario di bordo ad aggiornamento casuale e saltuario di un cialtrone nell'orto... giocando con il fango, la permacultura, l'agricoltura sinergica in compagnia di William Cobbett, John Seymour, Fukuoka e Kropotkin.

Per Contattarmi:

Aggiornamenti via mail?

Parte della libreria di OrtodiCarta

Prese al volo e rilanciate

how to be free manifesto

Pastafarian Blog

Accessi dal 8 aprile 2008:

  • 767.030 hits
Add to Technorati Favorites

Troverò altri sistemi di finanziamento occulto…

Foto di Carta

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: